Televisita e Telemedicina: come funzionano

La medicina è in continua evoluzione, partendo dalla nascita della scienza medica nel V secolo sino all’era digitale che collega il medico direttamente con il paziente in ogni luogo del mondo.

 Cosa intendiamo quando si parla di televisita o visita da remoto?

 Nelle linee guida nazionali, l’applicazione della telemedicina è intesa come: “un operatore sanitario che si trovi vicino al paziente, può assistere il medico” e che “il collegamento deve consentire di vedere e interagire con il paziente e deve avvenire in tempo reale o differito”.

Il paziente, in questo modo, ottiene una risposta immediata dal medico e se necessario, la prescrizione di farmaci e terapie.

Con la televisita, nasce una moderna modalità dei servizi medici, cresciuta particolarmente nel periodo del lockdown causa Covid-19 e conseguente applicazioni di protocolli per il distanziamento sociale.

Questo ha portato ad una scoperta da parte del paziente per i servizi medici a distanza, anche se già esistenti, ad esempio: si è avuto un riscontro positivo da parte della popolazione più anziana. Imparando ad utilizzare per necessità dispositivi digitali usati di solito da figli e nipoti. Oppure ha raggiunto persone in località lontane o mal collegate, o anche per chi ha difficoltà a deambulare e così via.

 Come si organizza un consulto a distanza?

 Prima cosa da fare è prenotare, come accadeva per qualsiasi visita medica la regola è la stessa anche in formato online. Quindi telefonata alla segretaria, allo studio o via e-mail.

È necessario avere a disposizione una buona connessione internet e un apparecchio digitale come: un pc, smartphone o tablet in modo da poter collegare medico e paziente con un contatto audio video.

Il paziente dovrà scegliere luoghi per lo svolgimento dell’incontro il più silenzioso possibile, quanto al medico dovrà scegliere luoghi che assicurino la privacy del paziente. Nella propria agenda degli appuntamenti, il medico o la segreteria dello studio dovranno inserire quelli in modalità da remoto.

Per quanto riguarda la scelta della piattaforma online, sono da preferire i sistemi di telemedicina professionali, principalmente perché sono intuitivi e semplici da usare ed in più garantiscono massima sicurezza nella trasmissione dei dati sensibili.

 Per avere una prestazione di successo è fondamentale che il medico riceva tutte le informazioni sullo stato di salute del paziente in collegamento. È buona norma che l’utente si prepari tutta la documentazione clinica, farmaci prescritti, allergie e così via. È preferibile utilizzare un software gestionale professionale di ambulatorio dotato di questa ed altre funzioni.

 Si consiglia di arrivare preparati all’appuntamento con il medico, quindi è opportuno creare un elenco di domande da sottoporre allo specialista in modo da guadagnare tempo e di prendere appunti per avere un quadro più chiaro.

Ai fini di raggiungere un uso consapevole su larga scala delle telemedicine e televisite, occorre prima di tutto una corretta informazione partendo dai professionisti per acquisire le giuste competenze, fino ad arrivare ai pazienti che dovranno imparare a sviluppare fiducia nel servizio in generale, in modo da raggiungere un buon grado di accettazione da parte dei pazienti di tutte le età.

Condividi:

Comments are closed.