easyTALK: una frontiera digital firmata Drop

 

Con il Covid-19, il settore fieristico, dei convegni o dei semplici meeting è mutato profondamente, molte iniziative sono atterrate nel digitale portando, in poco tempo, le agenzie che gestiscono questo tipo di eventi ad evolversi velocemente e proporre soluzioni all’altezza delle necessità.

Il team Research and Development di Drop Solution si è adoperato quindi nel creare una soluzione digitale singolare e multifunzionale, chiamata: easyTalk.

easyTalk è una piattaforma di Web Conference, unica nel suo genere, l’idea è piaciuta così tanto che nel corso dell’anno, a seconda delle esigenze è stata customizzata da varie aziende. Un esempio: le aziende farmaceutiche, ostacolate nell’organizzazione di meeting fisici con medici, clienti o informatori hanno trovato riparo con easyTalk personalizzando il servizio.

Ma vediamo nel dettaglio.

 Che cos’è?

 L’idea è arrivata prendendo ispirazione dalle piattaforme Teams, Skype o Zoom già attive nel mercato. Siamo partiti da alcuni limiti riscontrati nei programmi presenti, abbiamo analizzato le esigenze dei clienti, ad esempio: dal semplice utente che non sa o non può installare le piattaforme elencate prima, un computer datato, oppure la limitata possibilità nel saperlo adoperare, spesso un gap troppo importante .

 

Quindi la creazione di easyTalk parte da qui: creare un software che non ha bisogno di installazioni, che sia flessibile, che funzioni con qualsiasi browser, che sia multipiattaforma (Windows, Mac) e cross-browser, garantendo un livello audio eccellente e funzionalità non presenti nella altre piattaforme.

 Come funziona?

 È una piattaforma facile da usare, intuitiva. La persona invitata riceve un Link, da cui accede alla waiting room, quindi inserisce nome e cognome, da il consenso per l’utilizzo del suo microfono ed il gioco è fatto.

easyTalk è flessibile, si presta ad un uso one to one oppure one to many, in base alle esigenze si possono creare delle Room che a loro volta generano altre breakout room, più avanti le vedremo nel dettaglio.

Si ha potere decisionale nel meccanismo di ingresso dei vari guest, come per esempio, effettuare un accesso classico (cioè utilizzare microfono, più webcam), oppure ristretto, si può accedere soltanto come editore o ascoltatore, con o senza microfono, si può utilizzare anche solo la chat e così via. In questo modo si ha la possibilità di creare vari eventi in contemporanea.

 Caratteristiche

 Degna di nota è la qualità audio, è presente un mixer tra i vari interlocutori con una caratteristica importante, tende a bilanciare quelli che possono essere le differenti velocità di connessione tra i vari utenti, compensa i ritardi e migliora l’audio garantendo una  qualità più alta rispetto a quello di partenza.

 Ci sono degli strumenti appositi per i moderatori, composti da un pannello di controllo dove l’utente può accedere, creare una stanza e definire il suo setup (come registrare la conversazione, gestire gli inviti, oppure caricare materiali di comunicazione tipo visual-aid).

 È presente un gestore delle presentazioni con supporto a tutti i formati Office, caricamento documento con drag and drop, gestione delle slide, dello zoom e tool per switch rapido tra le presentazioni.Anche l’ascoltatore può personalizzare la propria interfaccia, gestendo a proprio piacimento le aree da ingrandire, il layout delle telecamere, etc, per focalizzare l’attenzione sulle cose realmente importanti.

Un strumento molto importante per i relatori è la lavagna interattiva. Questo tool offre un utilissimo puntatore laser, oltre a strumenti di disegno e scrittura, utili come supporto alla spiegazione o per prendere appunti. Non solo, questi strumenti possono essere condivisi con i guest, ognuno avrà il proprio colore di riferimento, con rispettiva etichetta per il nome, sia per  il puntatore laser che per gli altri strumenti di disegno.

Durante la presentazione, si possono gestire le slide come si preferisce, si ha la libertà di cancellare o andare avanti per poi ritornare e ritrovare il contenuto, senza perdere mai nulla.

 Il proiettore video, proprio come in una sala riunione, il relatore può parlare e spiegare durante la riproduzione.

 Si può creare un sondaggio per i partecipanti, il relatore vedrà comparire nella sua schermata il risultato per poi decidere se condividerlo a tutti i partecipanti.

 Sono presenti le note condivise per prendere appunti durante il meeting e poi esportarle sul proprio computer. E’ anche possibile importare  note scritte in precedenza da  formati testuali (es. Word, txt) per proseguire da dove si era interrotto.

Non dimentichiamo la chat pubblica o privata e gli stadi emozionali, con l’ausilio di emoticon.

 Il moderatore può designare il ruolo di presentatore a qualsiasi utente, di conseguenza avrà accesso a tutti i tool del relatore.

Infine, come accennato sopra, sono presenti le breakout rooms: ovvero è possibile aprire un numero indefinito di sotto-stanze indipendenti per gruppi di lavoro o meeting privati. Si ha la possibilità di stabilire manualmente come suddividere gli utenti in ogni stanza oppure  provvede la piattaforma a muovere automaticamente gli invitati nelle rispettive room.

Il moderatore potrà sempre ascoltare in modalità silenziosa rimanendo nella Room principale, oppure potrà entrare e partecipare. 

È possibile integrare easyTALK con le piattaforme ECM per gestire FAD certificate. Il tutto grazie all’analytics di easyTALK che traccia presenza e permanenza degli utenti nei singoli eventi.

Condividi:

Comments are closed.